CHIRURGIA GENERALE E DELLA PARETE ADDOMINALE

La chirurgia addominale raggruppa tutti quegli interventi di ricostruzione o asportazione di un problema a carico della zona addominale. Gli organi in questa zona del corpo possono essere colpiti infatti da numerose patologie come, ad esempio, malattie dell’apparato digerente, malattie del fegato, del pancreas, della cistifellea, del dotto biliare, ecc… e analogamente si occupa spesso anche di ernie e di traumi e malattie che coinvolgono pelle, seno e tiroide.

Il chirurgo generale interviene sui contenuti addominali come esofago, stomaco, intestino tenue, intestino crasso, fegato, pancreas, cistifellea, appendice e dotti biliari per correggere o ricostruire la funzionalità di un organo o per asportare ulcere, cisti, polipi, calcoli e neoplasie.

Accanto alla chirurgia maggiore, ed inscindibile da essa, si parla di chirurgia ricostruttiva della parete addominale quando si interviene sugli strati muscolari dell’addome a causa di ferite aperte, gravidanze multiple, estrema fluttuazione di peso o ernie. In particolare le ernie, cioè di protrusioni di un organo interno verso l’esterno, sono una problematica tipica della parete addominale e possono essere di tipo primario, come quelle ombelicali, inguinali ed epigastriche, o ernie secondarie (laparoceli) che si formano su una cicatrice dopo un intervento.

Colecistectomia

Sia la chirurgia generale che quella della parete addominale, in base all’approccio tecnico, si distingue in chirurgia addominale laparotomica e laparoscopica. In quella laparotomica il chirurgo esegue un’incisione tradizionale, che viene successivamente chiusa con suture o punti metallici, mentre nella seconda, quella laparoscopica o mini-invasiva, l‘intervento avviene attraverso diverse piccole incisioni e inserisce strumenti collegati a una videocamera che consente una visione chiara degli organi interni.

AcalasiaDolori addominali Micosi ungueale
Aderenze addominali Duodenite Nei pericolosi
AngiomiErnia addominale Neoplasie addominali
AppendiciteErnia cruraleNoduli tiroidei
Ascessi Ernia epigastricaOcclusione intestinale
Ascesso perianale Ernia iataleOnfalocele
ColecistiteErnia inguinalePancreatite
Calcoli alla cistifellea Ernia ombelicalePatologie della parete addominale
Calcolosi del coledoco Ferite difficili Piaghe da decubito
Carcinoma del colon-rettoFistolaPolipi
Reflusso esofageo (GERD)FlebiteReflusso gastroesofageo
CistiFrenulo linguale corto Rene policistico
Cisti ovaricheGastriteRiabilitazione del pavimento pelvico
Cisti pilonidale GastroenteriteRimozione cicatrici
Cisti pilonidale o sacro-coccigeaGinecomastiaRimozione Tatuaggi
Cisti renaliGozzo Safenectomia
Cisti sebaceeGozzo multinodulare Smagliature
Colelitiasi (Calcoli Biliari)Infiammazione intestinale Splenomegalia
ColiteInsufficienza venosaSteatosi epatica
Colite ulcerosa IperidrosiStomia intestinale
Colon irritabileIttero colestatico Tromboflebite
Diabete mellitoLaparocele Trombosi venosa
Diastasi addominaleLesioni cutanee Ulcera duodenale
Diastasi dei rettiLinfoadenomegaliaUlcera gastrica
Diastasi post-gravidicaLinfoadenopatieUlcera varicosa
DisfagiaLiposuzioneUnghia incarnita
DispepsiaMalattia di CrohnVarici degli arti inferiori
Distrofie ungueali Malattie del colon Varici esofagee
Disturbi della tiroide Malattie del fegato Verruche
Diverticolite Malattie dell’esofago Xantelasma
Dolore addominale cronico Melanoma
Dolore pelvico Meteorismo
AcalasiaGozzo
Aderenze addominali Gozzo multinodulare
AngiomiInfiammazione intestinale
AppendiciteInsufficienza venosa
Ascessi Iperidrosi
Ascesso perianale Ittero colestatico
ColecistiteLaparocele
Calcoli alla cistifellea Lesioni cutanee
Calcolosi del coledoco Linfoadenomegalia
Carcinoma del colon-rettoLinfoadenopatie
Reflusso esofageo (GERD)Liposuzione
CistiMalattia di Crohn
Cisti ovaricheMalattie del colon
Cisti pilonidale Malattie del fegato
Cisti pilonidale o sacro-coccigeaMalattie dell’esofago
Cisti renaliMelanoma
Cisti sebaceeMeteorismo
Colelitiasi (Calcoli Biliari)Micosi ungueale
ColiteNei pericolosi
Colite ulcerosa Neoplasie addominali
Colon irritabileNoduli tiroidei
Diabete mellitoOcclusione intestinale
Diastasi addominaleOnfalocele
Diastasi dei rettiPancreatite
Diastasi post-gravidicaPatologie della parete addominale
DisfagiaPiaghe da decubito
DispepsiaPolipi
Distrofie ungueali Reflusso gastroesofageo
Disturbi della tiroide Rene policistico
Diverticolite Riabilitazione del pavimento pelvico
Dolore addominale cronico Rimozione cicatrici
Dolore pelvico Rimozione Tatuaggi
Dolori addominali Safenectomia
Duodenite Smagliature
Ernia addominale Splenomegalia
Ernia cruraleSteatosi epatica
Ernia epigastricaStomia intestinale
Ernia iataleTromboflebite
Ernia inguinaleTrombosi venosa
Ernia ombelicaleUlcera duodenale
Ferite difficili Ulcera gastrica
FistolaUlcera varicosa
FlebiteUnghia incarnita
Frenulo linguale corto Varici degli arti inferiori
GastriteVarici esofagee
GastroenteriteVerruche
GinecomastiaXantelasma

Articoli e news

Per laparocele si intende la formazione di un’ernia su una cicatrice a seguito di una operazione di chirurgia addominale, per questo è conosciuto anche come “ernia incisionale”. Ciò avviene quando l’intervento è stato eseguito per via laparotomica – quello tradizionale, invasivo, detto open – con relativa incisione di alcuni centimetri sull’addome. In pratica, la ferita chirurgica si apre a causa della mancata cicatrizzazione della stessa.

Si parla di diastasi dei retti in presenza di allontanamento dei due muscoli retti addominali localizzati nella linea mediana che parte dal torace, attraversa l’ombelico e arriva fino alla pelvi. I muscoli verticali dell’addome si spostano verso i lati pregiudicando i normali movimenti e causando non pochi disturbi